Pubblicato da Claudio Condolf il 30/01/2017

La lista dei (non) incentivi aumenta

Gli automobilisti ticinesi hanno ricevuto in questi giorni la polizza di versamento riguardante la tassa di circolazione. Come già si era capito nelle scorse settimane da alcuni comunicati stampa da parte della sezione della circolazione ci sarebbero stati degli aumenti. Quello che mi ha stupito è che gli aumenti ci sono stati per tutti compresi i veicoli elettrici. Questo, a detta dei responsabili, è dovuto al sempre crescente numero di automobili con basse emissioni di CO2 che quindi beneficiano di uno sconto. Questo ha portato ad una diminuzione del gettito della tassa e, affinché sia finanziariamente neutra, di conseguenza ad un aumento generalizzato. Quindi, se lo scopo della legge è quello di incentivare l’acquisto di veicoli più efficienti, perché non risparmiare dall’aumento chi lo ha fatto riversando l’onere su chi no?